Ipnosi e psicoterapia a Cagliari

CONTATTI
Tel. 3473095315
Mail: g.delogu@me.com
Studio: via Tuveri, 72 Cagliari (CA)
Facebook:www.facebook.com/ipnosicagliari/
Linkedin: www.linkedin.com/in/giovanni-delogu-8b380515/
Instagram https://www.instagram.com/g.delogu/

martedì 25 settembre 2018

Posso raggiungere l'estasi mistica con l'ipnosi?

Ogni tanto mi capitano persone che cercano nell'ipnosi qualcosa di travolgente, che ti scuota come un'esperienza mistica, che ti sconvolga per i giorni a seguire. Persone che si aspettano di addormentarsi e fare un viaggio spirituale che porti verso chissà quale nuova consapevolezza. 
Al termine dell'esperienza ipnotica, nonostante le mie ampie (quanto inutili) spiegazioni scientifiche, alcuni si mostrano delusi dicendomi "non mi sono addormentato", e dubitando che quella fatta fosse una vera esperienza di trance ipnotica.
Queste persone rappresentano certamente una percentuale minima dei miei pazienti, ma rendono chiaro un sentire comune ben radicato che abbina l'ipnosi alla spiritualità, confondendo la trance ipnotica con l'estasi mistica.
Questi fenomeni sono culturalmente trasversali, e hanno certamente dei punti in comune con la trance ipnotica dei buoni soggetti ipnotici, ma anche dei punti di divergenza.
Il primo è rappresentato dal contenuto mistico delle trance, evocato e potenziato da un contesto sociale che fa quadrato attorno alla medium/veggente (pensate al setting nelle sedute spiritiche, col tavolo dove tutti si tengono per mano).
Inoltre non esiste alcun tipo di induzione, ma la capacità di alcuni rari soggetti di accedere a uno stato modificato di coscienza con allucinazioni visive, uditive e cinestesiche a patto di essere nel giusto contesto. Infatti non si è mai sentito di un "veggente" o "medium" che cade in trance mistica mentre attraversa una strada trafficata, o mentre guida l'auto a velocità sostenuta, per cui il contesto suggestivo fa da stimolo evocativo e potenziante.
Molti di voi diranno: "fingono tutti". E' vero, senza prove documentali serie bisogna sempre dubitare (io per primo dubiterei) che chi si professa medium sia un abile simulatore, sebbene diverse inchieste sui cosiddetti "veggenti"  hanno escluso di fatto la simulazione, e misurato uno stato dissociativo analogo allo stato ipnotico. 
La mia ipotesi è che le dinamiche di  questi fenomeni siano analoghe a quelle delle ipnosi da palco, dove l'emulazione e la suggestione di gruppo svolge un ruolo fondamentale. Contesti diversi ma dinamiche simili. 
Quindi, chi cerca l'ipnosi per avere un'estasi mistica o un'esperienza sconvolgente, ha il 90% delle probabilità di rimanere deluso. Chi invece si accosta alla psicoterapia ipnotica con aspettative più realistiche, avrà la possibilità di iniziare un cambiamento. Vedo coi miei occhi che le persone che vengono in studio entrano in un modo, e alla fine del percorso escono da quella porta cambiate.
Vi sembra poco?

Grazie per aver letto fin qui. Ne vuoi sapere di più? Iscriviti alla mia ipno-mailing list e subito per te un video di approfondimento sui miti e le leggende dell’ipnosi.  http://bit.ly/GDelogu