Ipnosi e psicoterapia a Cagliari

CONTATTI
Tel. 3473095315
Mail: g.delogu@me.com
Studio: via Tuveri, 72 Cagliari (CA)
Facebook:www.facebook.com/ipnosicagliari/
Linkedin: www.linkedin.com/in/giovanni-delogu-8b380515/
Instagram https://www.instagram.com/g.delogu/

mercoledì 4 luglio 2018

L'ipnosi può sconfiggere l'ansia e la depressione?

Un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica del settore Journal of clinic and experimental hypnosis ha dimostrato l'efficacia della psicoterapia ipnotica in un campione di pazienti pediatrici cinesi.
In questo studio prospettico randomizzato e controllato, sono stati trattati pazienti pediatrici affetti da ansia, depressione o disturbo ansioso-depressivo per 8 settimane in una clinica di ipnoterapia. I partecipanti sono stati valutati con varie scale cliniche e assegnati in modo casuale allo studio o al gruppo di controllo. Il gruppo di studio ha ricevuto da 5 a 7 sedute di ipnoterapia durante il periodo di 8 settimane, mentre il gruppo di controllo ha ricevuto un trattamento psichiatrico convenzionale. Le condizioni cliniche di tutti i pazienti sono state riesaminate alla fine dell'ottava settimana. Confrontando i gruppi di studio e di controllo alla fine dell'ottava settimana, c'è stato un miglioramento nel gruppo di studio nei punteggi di una serie di scale cliniche. Tali risultati soddisfacenti illustrano l'efficacia dell'ipnoterapia nell'alleviare l'ansia e i sintomi depressivi.

Purtroppo non dispongo di ulteriori informazioni, come per esempio quanti fossero i bambini, l'età, il metodo utilizzato, le scale somministrate. Quindi possiamo fare solo delle riflessioni di massima.
1) Diversi studi hanno dimostrato che i bambini sono ottimi soggetti ipnotici,e questo viene confermato dal fatto che la sola ipnoterapia abbia avuto un effetto significativamente superiore rispetto agli psicofarmaci.

2) in diverse parti del mondo esistono delle (a mio avviso) fantastiche cliniche di ipnoterapia, VERE cliniche  che in Italia, e meno che mai in Sardegna, non sopravvivrebbero. La cultura orientale (e non solo) facilita le richieste verso una terapia ipnotica, così come la spiritualità indiana è in linea con un approccio di ipnosi regressiva alle vite precedenti (past lives regressione therapy).
Differenze culturali implicano che le persone già credono di più in quello che vanno a fare, sono convinte che l'ipnosi è una terapia affidabile o più rapida ed efficace  rispetto ad altre, e questi fattori psicologici giocano un ruolo essenziale nell'outcome terapeutico.

Ecco perché è indispensabile svolgere un lavoro di divulgazione seria sull'ipnosi anche in Italia.

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi ricevere altri articoli e contenuti speciali come video, corsi, tutorial, approfondimenti, clicca qui

Dott. Delogu





lunedì 2 luglio 2018

Ipnosi e insonnia: un binomio perfetto?

Care lettrici e lettori,
nell'immaginario collettivo si pensa che l'ipnosi sia un ottimo rimedio per l'insonnia. Può essere vero, ma bisogna fare delle distinzioni
Il tutto nasce dal fatto che il soggetto in trance profonda è profondamente rilassato, nei livelli di trance più profonda il soggetto smette di percepire il proprio corpo, può riferire al risveglio, di avere la sensazione di aver dormito una lunga notte di sonno.  L'ipnotista stesso può usare delle suggestioni di sonno profondo, corpo che si addormenta, per favorire uno stato totale di rilassamento che consente di accedere agli stati più profondi dell'Io. 
Quindi nelle persone che non riescono a prendere sonno o si svegliano nel cuore della notte per preoccupazioni, problemi contingenti, l'ipnosi è un valido aiuto.
Ma cosa accade in quei casi nei quali l'insonnia è uno stato patologico, dove non si riesce a dormire senza alcuna causa apparente?  Le cose si complicano, tant'è vero che chi si trovava in questa situazione ed è ricorsa all'ipnosi come sonnifero miracoloso, ha raccolto solo insuccessi. 
Come mi insegnò il mio Maestro -noto psichiatra e neurologo, bravissimo- in quei casi l'insonnia è il crocevia per il disturbo depressivo. Esistono forme depressive che non si manifestano con l'umore depresso, ma con l'insonnia e irritabilità. Ne è prova il fatto che chi riversa in quelle condizioni critiche e assume un antidepressivo, riprende a dormire. E come sappiamo gli antidepressivi non agiscono sul sonno, ma sull'umore. Le due cose in questi casi sono quindi collegate. 
Mentre per coloro i quali non dormono bene per preoccupazioni, problemi, incubi, insicurezze, l'ipnosi è l'arma principale non solo per insegnare alla persona attraverso l'autoipnosi, a gestire la transizione dallo stato di veglia allo stato di sonno ipnotico-sonno, ma anche per risolvere il problema alla radice attraverso tecniche esplorative, ipnoanalitiche, e regressive. Perché ci sono problemi irrisolti nel passato che possono esprimersi attraverso difficoltà nel dormire. 

Dormiteci su. Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi ricevere altri articoli e contenuti speciali come video, corsi, tutorial, approfondimenti, clicca qui

Dott. Delogu

domenica 1 luglio 2018

Nuova vita al blog!

Care lettrici e lettori,
spero sia di vostro gradimento la nuova faccia del blog, completamente rinnovato.
Ci saranno delle importanti novità a breve, perciò tenetevi pronti perché ci saranno nuovi post, nuovi video e interessanti altre novità per voi.
L'ipnosi è uno strumento che messo nelle mani sbagliate fa solo danni, mentre nelle mani sapienti di un esperto sapranno affrontare ogni vostra problematica con efficacia ed efficienza.
Come scegliere un esperto di ipnosi?  

Ebbene, restate sintonizzati su questa frequenza, perché a breve leggere qualcosa che catturerà la vostra attenzione.
Alla settimana prossima.

Dott. Delogu