Ipnosi e psicologia a Cagliari... e non solo.

CONTATTI
Telefono: 3473095315
mail: g.delogu@me.com
Sede dello studio: via Giovanni Battista Tuveri, 72
09129 Cagliari (CA)

martedì 1 aprile 2014

Psicologo a Cagliari: come trovarne uno bravo (Mini guida parte 2: l'impero colpisce ancora)

Dopo la prima parte di questa mini guida  (cliccare per leggerla) ora sapete che uno psicologo non può curarci gli attacchi di panico, se egli non è anche psicoterapeuta, e che a volte c'è una sovrapposizione di competenze tra psichiatra, neurologo, farmacologo e medico di base, dal momento che tutti e 4 possono trattare farmacologicamente una persona con gli attacchi di panico. In quel caso è meglio affidarsi a chi ci trasmette più sicurezza e competenza.
Se vogliamo usufruire del servizio offerto gratuitamente dalla nostra ASL per curare gli attacchi di panico, ci recheremo presso il Centro di Salute Mentale (CSM) territoriale della nostra area geografica, e per sapere dove dobbiamo recarci, chiederemo al medico di base. Ci recheremo quindi al CSM per prendere un appuntamento, nel quale compileranno quella che diventerà la nostra cartella clinica contenenti i nostri dati sensibili, la diagnosi e le indicazioni terapeutiche.
La cartella passerà quindi in mano allo psichiatra o agli psichiatri che ci seguiranno, i quali ascolteranno la nostra storia e ci prescriveranno, se ne avremo bisogno, una terapia farmacologica. Dietro nostra richiesta, e se c'è la possibilità in quel CSM, potremmo fare una psicoterapia con uno psicoterapeuta. Volendo possiamo fare solo la psicoterapia senza trattamento farmacologico, ipotesi da valutare con lo specialista.

Se non volete andare in un CSM, l'unica vera alterativa per risolvere un problema personale è uno psicoterapeuta privato.
Vantaggi: 1) scegliamo il terapeuta che ci piace, e se non ci dovessimo trovare bene ne cercheremo un altro. Ci sono persone che hanno girato anche 5 colleghi prima di trovare il terapeuta giusto e affrontare importanti cambiamenti. Questo per dire che non bisogna stare in terapia con uno psicoterapeuta che non ci fa sentire accolti, ascoltati, importanti, accettati e non giudicati. In questi casi è importantissimo parlarne subito, e se le cose non migliorano bisogna mantenere l'impegno verso la psicoterapia e cambiare lo psicoterapeuta.
Quando ero ragazzino dovetti andare da una psicoterapeuta che non scelsi io, che ricordo mi metteva  a disagio e mi esprimeva innaturalezza. Per un ragazzino è facile, di fronte a un adulto, sentirsi di fronte a un professore. E ricordo che per molto tempo mi sentii così. Quello che capii immediatamente fu che all'inizio il terapeuta deve adattarsi al paziente, e non il contrario.
Per studiare le relazioni tra bambini in età prescolare e la cultura infantile, il professore emerito di sociologia William Corsaro frequentò per 3 mesi una scuola materna americana fianco a fianco con i bambini. Dopo un'iniziale diffidenza, avevano cominciato a trattarlo come uno di loro, coinvolgendolo nei loro giochi, nei segreti, nel loro mondo da bambino. Si riferivano a lui come un normale compagno solo di corporatura più grande. Per ottenere questo risultato, Corsaro aveva rinunciato ad assumere con loro ogni atteggiamento da adulto. Sentitevi accolti e non giudicati dal terapeuta che sceglierete.

Vantaggi:
2) L'ambiente è riservato, pulito e ben arredato.
3) Difficilmente si incontrano altri pazienti, e se lo chiediamo è possibile fare in modo di non farsi vedere mai da nessuno.
4) Il nostro psicologo ci darà tutti i suoi recapiti, e qualunque cosa succeda possiamo chiamarlo, anche se è in ferie.
5) non siamo vincolati a nessun pacchetto di sedute, dopo il quale veniamo "mollati".
6) Possiamo scegliere l'orientamento di psicoterapia che più ci aggrada. Questo può fare la differenza.

Svantaggi: l'unico svantaggio è come dal dentista (senza trapano però): se si sta male bisogna mettere in conto un investimento economico a medio termine.
Se però i dentisti trattano i problemi dentali con gli stessi strumenti, gli psicoterapeuti, a seconda dell'orientamento di psicoterapia, trattano i pazienti con strumenti assai diversi.
E qui entriamo nel campo minato degli orientamenti di psicoterapia, che affronteremo nella prossima puntata: Mini guida parte 3: il ritorno dello psicoterapeuta.

Dott. Delogu
Psicologo psicoterapeuta, Cagliari