Ipnosi e psicologia a Cagliari... e non solo.

CONTATTI
Telefono: 3473095315
mail: g.delogu@me.com
Sede dello studio: via Giovanni Battista Tuveri, 72
09129 Cagliari (CA)

mercoledì 27 maggio 2015

Psicologo a Cagliari: chi scelgo?

Cari lettori e lettrici,
supponiamo che una persona da sola non riesca a risolvere una certa difficoltà, e decida di farsi aiutare da qualcuno che lo faccia di professione. Come fare? A chi chiedere?
Cercando su internet compaiono svariate dozzine di psicologi a Cagliari, di ogni genere e specie, a primo impatto tutti uguali, ma vedremo poi che così non è.
Scegliere in base alla vicinanza geografica, alla tariffa o al sito personale fatto più o meno bene non è una buona strategia, e ve lo spiego con un esempio.
Avete un problema ai denti che vi impedisce di mangiare e dovete scegliere un dentista per un intervento importante sia a livello chirurgico che economico. A chi vi rivolgete? A quello più vicino a casa vostra? A quello che vi prende meno? O sceglierete il più competente, che ha più esperienza e che utilizza i materiali più all'avanguardia? In sostanza che vi dà certe garanzie di risolvere il problema senza incappare in brutte sorprese?
Per la psicoterapia vale lo stesso discorso: competenza, professionalità e qualità del servizio.
La competenza la si valuta nel tempo, ma a primo impatto con un primo colloquio, cioè bisogna avere le idee chiare su tempi, modalità di intervento, strategie, tecniche e costi, fin dalla prima seduta. In sostanza il terapeuta deve sapere come si fa a risolvere il problema, e credetemi se vi dico che non è una cosa così scontata come sembra. Personalmente ho studiato duramente per riuscire a trovare sempre almeno 3 modi diversi per risolvere uno stesso problema.
Per come sono fatto io e ragiono io, che prendo sul serio l'efficacia della terapia, una psicoterapia deve essere un percorso chiaro, come il percorso di un treno sulla cartina. Si conosce il punto di partenza e di arrivo, le fermate alle varie stazioni, il tempo di percorrenza e se ci saranno ritardi o deviazioni. Ma la cosa più importante è che si sa sempre in ogni istante dove si sta andando, cosa si sta facendo e perché. 
Per come intendo io la psicoterapia, lo psicoterapeuta è il navigatore che ti mostra la mappa e le indicazioni stradali, e voi siete alla guida. Se si prende una deviazione, il navigatore effettua il ricalcolo immediato della traiettoria. Ho soppiantato il vecchio Garmin col navigatore del mio smartphone perché è più immediato, più preciso, più pratico, sempre aggiornato.
Se paragono la psicoterapia con il navigatore dell'iphone già vi siete fatti un'idea sul tipo di terapia che faccio io.
Così come nella terapia, anche nel navigatore la flessibilità è indispensabile: se la strada è bloccata e prendete una deviazione, la traiettoria si ricalcola in tempo reale, se decidete di impostare una destinazione diversa, il navigatore vi segue.
Ma non è tutto così semplice, e per spiegare le dinamiche insite in un successo terapeutico servirebbe un libro, non un post su un blog.
Ma a conti fatti tutto si può riassumere così:

Qualità personali del terapeuta +
Esperienza +
Flessibilità +
Saper adattare la psicoterapia alla persona che si ha di fronte +
Conoscenza approfondita degli strumenti terapeutici +
Empatia +
Creatività =
_____________________
Successo terapeutico. 

Come fare per capire se il terapeuta da voi scelto ha queste caratteristiche? Fate domande specifiche, non accontentatevi e non lasciate spazio a incertezze, perché certamente il problema personale non lascia spazio a voi e non dà mai tregua.

A vostra disposizione, per qualunque cosa.

Dott. Delogu